Le grandi infrastrutture di
Giorgio Macchi


a cura di
Antonella D'Aulerio

«Ero estasiato per il lavoro capitatomi. Non conoscevo i ponti (dal punto di vista disciplinare, perché il corso di ponti si teneva al quinto anno), ma avevo già adocchiato pagine attraenti sugli archi nel libro Scienza delle costruzioni del maestro del mio maestro Gustavo Colonnetti (un elegante saggio pubblicato da Giulio Einaudi) cui l’autore premetteva: «si propone deliberatamente finalità di alta cultura» e non «la solita raccolta di soluzioni fatte».


«Fu un mese d’incanto, muovendomi sulle enormi impalcature di legno e sulle loro ramificazioni come fossero alberi, lavorando a una tecnica fondata su una secolare esperienza, ma che forse fu usata per l’ultima volta in Europa, poi soppiantata dai ponteggi tubolari metallici. Sentivo con le mani la superficie ruvida del legname tagliato, ne vedevo il colore leggermente rosato, ne sentivo il profumo».

Giorgio Macchi, Giorgio Macchi: progetti, Il Poligrafo, 2019, p. 248



Questo Petit Tour intende presentare al pubblico la ricca e poliedrica attività professionale dell’ingegnere e professore Giorgio Macchi, il cui archivio è stato depositato in comodato d’uso all’Archivio Progetti nel 2016. Il focus di questo lavoro è rappresentato dai progetti per le grandi infrastrutture che caratterizzano soprattutto il primo periodo del suo lavoro che negli anni avvenire lo vedrà sviluppare specifiche metodologie di restauro del patrimonio storico monumentale

Giorgio Macchi nasce a Milano il 12 gennaio 1930 e si laurea in ingegneria civile al Politecnico di Torino nel 1952. Per due anni è ricercatore al Centro Studi del CNR di Torino. Dal 1955 al 1961 è assistente di Scienza delle Costruzioni di Franco Levi al Politecnico di Torino. Dal 1963 insegna allo IUAV di Venezia. Nel 1973 si trasferisce alla Facoltà di Architettura di Pavia dove rimane fino al pensionamento. Insieme alla docenza, Giorgio Macchi svolge un'intensa attività progettuale, da solo e con ingeneri come Silvano Zorzi. Dal 1988 con il figlio Stefano opera nel campo della conservazione monumentale.



1: G. Macchi, Ponte ferroviario sul Bogo Baracà in Eritrea dopo il crollo, 1954
2: G. Macchi, Ponte ferroviario sul Bogo Baracà in Eritrea, 1955
3: G. Macchi, Ponte stradale sul Ticino a Porto della Torre (Varese) in costruzione, 1957
4: G. Macchi, Ponte stradale sul Ticino a Porto della Torre (Varese), 1960
5: S. Zorzi, G. Macchi, Sovrappasso di viale Cerosa a Milano, vista aerea, 1958
6: S. Zorzi, G. Macchi, Sovrappasso di viale Cerosa a Milano, (foto di G. Chiolini & C., Pavia), 1958
7: S. Zorzi, G. Macchi, Ponte canale sul Rio Forma Quesa a Pontecorvo (Frosinone), 1959
8: S. Zorzi, G. Macchi, Ponte per l’autostrada A1 sul Po a Mortizza (Piacenza), 1959 (Archivi Storici, Politecnico di Milano, ASAB, Fondo Zorzi)
9-10: S. Zorzi, G. Macchi, Ponte per l’autostrada A1 sull’Arno a Levane (Arezzo) in costruzione, (foto di P. Guidotto, Figline Valdarno), 1962-1963
11-12: S. Zorzi, G. Macchi, Ponti gemelli per l’autostrada A1 sull’Arno a Incisa (Firenze) in costruzione, 1962-1963
13: S. Zorzi, G. Macchi, Ponte per la strada statale 211 sul Po a Pieve di Cairo (Pavia), 1962
14: S. Zorzi, G. Macchi, Strada sopraelevata Monteceneri a Milano, (foto di G. Chiolini & C., Pavia), 1965
15: G. Macchi, G. Papini, Ponte stradale sulla Gola della Rossa (Ancona), 1969
16: G. Macchi, G. Papini, Viadotto sull’Almont a Melun, 1963
17-18: G. Macchi, Gi. Papini, Voie Express Rive droite sulla Senna a Parigi, (foto di H. Barnger & Cie, Parigi), 1966
19-20: G. Macchi, G. Papini, D. Sangalli, Ponte Guillaume le Conquerant a Rouen sulla Senna in costruzione, (foto Paris-Normandie, Rouen), 1969
21-22: G. Macchi, G. Papini, Ponte per l’autostrada Venezia-Trieste, diramazione Portogruaro-Pordenone, sul Meduna in costruzione, 1972
23-24: G. Macchi, S. Macchi, Linea ferroviaria Alta Velocità, viadotto Modena, 1999

img

PONTE FERROVIARIO SUL BOGO BARACÀ DOPO IL CROLLO, ERITREA 1954

img

PONTE FERROVIARIO SUL BOGO BARACÀ IN ERITREA 1955

img

PONTE STRADALE IN COSTRUZIONE, PORTO DELLA TORRE (VA) 1957

img

PONTE STRADALE, PORTO DELLA TORRE (VA) 1960

img

SOVRAPPASSO DI VIALE CEROSA, MILANO 1958

img

SOVRAPPASSO DI VIALE CEROSA, MILANO 1958

img

PONTE CANALE SUL RIO FORMA QUESA, PONTECORVO (FR) 1959

img

PONTE PER L’AUTOSTRADA A1 SUL PO, MORTIZZA (PC) 1959

img

PONTE PER L’AUTOSTRADA A1, LEVANE (AR) 1962-1963

img

PONTE PER L’AUTOSTRADA A1, LEVANE (AR) 1962-1963

img

PONTI GEMELLI PER L’AUTOSTRADA A1, INCISA (FI) 1962-1963

img

PONTI GEMELLI PER L’AUTOSTRADA A1, INCISA (FI) 1962-1963

img

PONTE PER LA STRADA STATALE 211, PIEVE DI CAIRO (PV) 1962

img

STRADA SOPRAELEVATA MONTECENERI, MILANO 1965

img

PONTE STRADALE SULLA GOLA DELLA ROSSA (AN) 1969

img

VIADOTTO SULL’ALMONT, MELUN 1963

img

VOIE EXPRESS RIVE DROITE SULLA SENNA, PARIGI 1966

img

VOIE EXPRESS RIVE DROITE SULLA SENNA, PARIGI 1966

img

PONTE GUILLAUME LE CONQUERANT A ROUEN SULLA SENNA 1969

img

PONTE GUILLAUME LE CONQUERANT A ROUEN SULLA SENNA 1969

img

PONTE PER L’AUTOSTRADA VENEZIA-TRIESTE SUL MEDUNA 1972

img

PONTE PER L’AUTOSTRADA VENEZIA-TRIESTE SUL MEDUNA 1972

img

LINEA FERROVIARIA ALTA VELOCITÀ, VIADOTTO MODENA 1999

img

LINEA FERROVIARIA ALTA VELOCITÀ, VIADOTTO MODENA 1999